L’opinione di Giulio Castagnoli.”Massicci e incazzati”

L’opinione di Giulio Castagnoli.”Massicci e incazzati”

ALESSANDRIA – LUCCHESE 0-0

Un’altra bella prestazione permette ai rossoneri di uscire indenni dal sempre difficile catino del “Moccagatta” di Alessandria, dove i rossoneri avrebbero meritato di vincere.

Si, perché se si eccentuano un paio di situazioni nel primo tempo, per i padroni di casa, la gara è sempre stata in mano ai ragazzi di Favarin che hanno sfiorato almeno tre volte la rete; i “grigi” possono ringraziare la traversa e un intervento d’istinto del portiere Cucchietti.

Favarin torna ad un robusto 3-5-2; fuori Bortolussi e dentro De Vito a fare il centrale della difesa a tre. Il centrocampo rossonero è un mix di dinamismo e qualità; sugli esterni spingono Favale e Lombardo, gli interni sono i tecnici Provenzano e Greselin, mentre la regia bassa è affidata ancora una volta (dopo la bella prestazione contro la Carrarese) al bravo e preciso Mauri, che alla fine risulterà il migliore dei suoi. In attacco la coppia Sorrentino-De Feo.

Rispetto alla trasferta di Pistoia i rossoneri partono più guardinghi, anche perché c’è il rischio di risentire della gara tirata, giocata meno di settantadue ore prima; il cambio di modulo e la tattica più guardinga, sembrano far perdere campo alla Lucchese, ma non sarà così.

Com’è nella logica, sono i padroni di casa che partono più intraprendenti; lo scorso turno hanno riposato e venivano dalla bruciante sconfitta casalinga (1-3) ad opera del Pro Piacenza. Ovviamente i piemontesi non sono più la corazzata delle scorse stagioni; spesi troppi soldi, senza raggiungere l’obbiettivo ed ora squadra giovane con un tecnico giovane.

Un po’ di pressione, un paio di situazioni pericolose e la solita uscita fuori tempo di Falcone (che mette più di un’apprensione….), sono lo score dei grigi nella prima frazione, con la Lucchese che si rende pericolosa soltanto con Provenzano che arriva leggermente sbilanciato su un cross dei “cento polmoni” Favale e calcia sopra la traversa a tre metri dalla porta.

Nella ripresa in campo detta legge la Lucchese.

Pronti via e Greselin spacca la traversa con un bolide da fuori area, con la palla che rimbalza vicino la riga, non oltrepassandola. Poi è un quasi monologo, pur senza trovare il pertugio giusto. I rossoneri non rischiano più niente e a pochi minuti dalla fine ci vuole un miracolo d’istinto di Cucchietti a salvare i piemontesi su tiro a botta sicura di Isufaj.

Finisce con un buon pari che muove una classifica virtuale, dal momento che prima o poi arriverà la prima rasoiata dei punti di penalizzazione causati dal “Fenomeno” da baraccone e da tutti i suoi servi, più o meno sciocchi.

Un sei più, come voto di squadra, con Mauri il migliore, buone le prove di Greselin e di tutto il pacchetto arretrato.

Le prossime tre gare saranno fondamentali per campionato della Lucchese; Cuneo e Arzachena al Porta Elisa, intervallati dalla trasferta di Vercelli, contro il Gozzano. Favarin, scherzando, ha dichiarato che non dovremo fare nove punti, bensì quindici…….mister, noi ci accontentiamo anche di nove!!

Avanti con questa voglia, con questo attaccamento, con questo temperamento…..cose sconosciute gli scorsi campionati…….

Forza Pantera!!

Giulio Castagnoli,www.forzalucchese.net

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi