Lucca United smentisce seccamente la parte dell’articolo che ci riguarda…

Lucca United smentisce seccamente la parte dell’articolo che ci riguarda…

Lucca United smentisce seccamente la parte dell’articolo che ci riguarda…

Nessuna vendita del nostro 1% a nessuno.Per estinguere debiti? Lucca United non ha debiti verso la Lucchese e penserà con le proprie gambe a ottemperare alle proprie esigenze.Definire attendibile un articolo scritto con notizie prese da chissà dove o chissà chi,non aiuta nessuno. Avanti Lucchese.


Lucchese, gli scenari della cessione a Grassini

 di Andrea Losapio
Fonte: Claudia Marrone per TuttoC
 Il d-day in casa Lucchese è prossimo ad arrivare, domani alle 17:00 presso lo studio del notaio senese Mandarini ci saranno le firme per il passaggio della maggioranza delle quote societarie da Arnaldo Moriconi a Lorenzo Grassini: al netto delle problematiche sorte per una clausola stabilita (e quindi nota a entrambe le parti) nell’originario contratto, che permette alla parte venditrice di non farsi carico di qualunque ulteriore sopravvenienza passiva emerga oltre a quelle già note, anche di natura non sportiva, l’attuale patron ha dato il massimo della disponibilità, a qualunque condizione, per la cessione, in conseguenza soprattutto a un rapporto ormai incrinato con la piazza, che non gradisce più la presenza dello stesso. La cessione, quindi, ci sarà.

Ma, secondo quanto raccolto da TuttoC.com, ci sono nuovi “scenari” che potrebbero aprirsi. Una volta firmato il contratto, infatti, Grassini rileverebbe anche il 3% di Lucca United, la cooperativa azionista di minoranza del club, estinguendo di fatto il debito della stessa e partendo da questa per la composizione del nuovo organigramma societario, nel quale potrebbero pertanto figurare Stefano Galligani e Moreno Micheloni. Grassini sarebbe così titolare dell’83% delle quote, Città Digitali del 16 e Moriconi rimarrebbe con l’1%: da definire, invece, la posizione di Federico Vespa, che pare aver fatto un passo indietro.
Da sciogliere poi il nodo legato alla fideiussione per l’iscrizione al campionato venturo, che dovrebbe sostituire quella attuale con una polizza di medesimo importo a nome dei nuovi proprietari: dal momento della firma, Grassini avrebbe un mese di tempo per risolvere la grana, probabilmente presentando intanto un assegno bancario che possa comunque esser sinonimo di volontà futura.

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi