L’opinione di Giulio Castagnoli.LUCCHESE – VITERBESE 1-1,bella Pantera.

L’opinione di Giulio Castagnoli.LUCCHESE – VITERBESE 1-1,bella Pantera.

LUCCHESE – VITERBESE 1-1

Una Pantera (ritrovata) bella ruggente, spaventa la quarta forza del campionato, giocando meglio, incassa altri complimenti, ma un solo punto.

Confortano, però, una serie di indicazioni; atleticamente la squadra appare in netta ripresa, è tornato il bel gioco e sono tornate le occasioni da gol. Alcuni elementi della rosa appaiono in ottima forma e c’è stata la gradita sorpresa di Sean Parker. Tutte notizie importanti, in vista del finale di stagione dove la Lucchese dovrà racimolare punti salvezza.

La gara è stata bella anche grazie all’atteggiamento della Viterbese, una squadra costruita per giocare.

I migliori in campo da parte rossonera, Parker, Fanucchi e Arrigoni, confezionano il vantaggio rossonero (28’); un’azione bellissima trasformata in rete dal mediano tuttofare. Gli ospiti, in tutta sincerità, avevano avuto in precedenza un paio di occasioni per passare in vantaggio e la partita vive di continui capovolgimenti di fronte. L’azione del pari nasce da un errato disimpegno di Capuano; il cross dell’ottimo Calderini, trova la testa di Baldassin che incorna nell’angolo lontano.

Prima del duplice fischio, una punizione di Vandeputte, con la complicità di Albertoni, fa tremare la traversa.

Il tema tattico della ripresa non cambia, anche se la Lucchese non rischierà più niente. Al 14’ uno strepitoso Parker incorna a centro area, ma Iannarilli compie un mezzo miracolo deviando in angolo.

I ragazzi di Lopez ci provano con continuità, sotto la regia di un positivo Damiani; quando fisicamente calano sia Fanucchi che Parker, i rossoneri perdono, inevitabilmente, un po’ di incisività.

Nei minuti finali ancora un paio di occasioni per Fanucchi che, ahimè, non è mai stato, anche, un centravanti… Ma l’occasione che avrebbe meritatamente portato in vantaggio la Lucchese, capita sui piedi del moto perpetuo Arrigoni, pescato da un passaggio con il contagiri di Fanucchi; il piatto sinistro del centrocampista fa la barba al palo e questa volta il bravo Iannarilli si sarebbe dovuto inchinare……

La gara termina tra gli applausi, a dimostrazione che il pubblico sa apprezzare e capire; bastone e carota per i ragazzi in campo, con l’unico neo di una squadra che, causa due-tre mini contestazioni (giustificate da prestazioni ingiustificabili….) da parte della gradinata, non rivolge più nemmeno uno sguardo verso quel settore. Ai permalosetti ragazzi in casacca rossonera, consiglio la visione di Lucchese-Prato, Lucchese-Cuneo, Lucchese-Gavorrano…evitando Gavorrano-Lucchese, Pontedera-Lucchese, Monza-Lucchese, Piacenza-Lucchese e Pro Piacenza-Lucchese che fanno cumolo, ma sono state giocate in trasferta……. A causa di contenuti forti, si consiglia la visione ad un pubblico adulto.

Un sei e mezzo come voto di squadra, con Arrigoni, Fanucchi, Damiani e Parker che meritano qualcosa in più. Il giovane centravanti, classe ’97 e, guarda caso, viterbese di nascita (Ronciglione) è stato la gradita sorpresa serale; l’unico della rosa a saper fare la punta centrale, fisicamente possente, ottima tecnica, ottima corsa, ottimo anche in fase difensiva, buon colpitore di testa…..merita più spazio.

Capitolo societario. L’incontro di lunedì sera al Museo, sotto la Curva Ovest, è stato importante; è emersa forte, da parte di tutti i tifosi, la richiesta di serietà e rispetto per una città ed una tifoseria “non arrogante ed educata” (come ci lusinga Lorenzo Grassini), pronta però a trasformarsi in “maleducata” come detto da un tifoso presente, poiché satura.

Il compianto Giovanni Falcone diceva: “Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole. Se dovessimo dar credito ai discorsi, saremmo tutti bravi e irreprensibili.”

Tutto ciò che è stato detto è stato ascoltato, ma i Vangeli sono stati scritti un po’ di tempo fa.

Vediamo e vigiliamo se, alle tante belle parole corrisponderanno altrettanti bei fatti.

Simpatico e uomo di calcio, Fabrizio Lucchesi; simpatico e buon oratore, Lorenzo Grassini.

La chiusura della serata ed il succo di centinaia di discorsi, anche inutili, è stata la frase di un noto tifoso della Curva rivolta a Grassini:

….se la racconti, la racconti bene….”.

Giulio Castagnoli,www.forzalucchese.net


 

 

 

 

http://www.luccaindiretta.it/sport/item/114534-lucchese-con-la-viterbese-esordio-di-parker-0-0.html


http://www.luccaindiretta.it/sport/item/114534-lucchese-con-la-viterbese-esordio-di-parker-0-0.html


 

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi