L’opinione di Giulio Castagnoli,la partita perfetta.

L’opinione di Giulio Castagnoli,la partita perfetta.

La Lucchese esce con tre punti pesantissimi dal “Nespoli” di Olbia e lo fa con i giocatori contati e con le sole armi che restano. Spiegate a mister Giorico, allenatore dei padroni di casa, con quale “fortuna” i rossoneri si presentavano in terra sarda; assenti per infortunio Capuano, Nolè, Damiani, Del Sante, Bortolussi e con alcuni uomini della panchina non al meglio.

Mister Lopez fa di necessità virtù, non si lamenta mai degli assenti e tira dritto per quel progetto calcistico che prevede la sua squadra giocare sempre a calcio, qualsiasi sia l’avversario, in casa come in trasferta.

Contro una buona Arzachena, classica squadra neo promossa che mette la gara anche sul piano fisico, i rossoneri giocano con intelligenza. I primi minuti sono di studio, ma al 15’ Curcio rompe gli equilibri e porta la sua squadra in vantaggio; bellissimo quanto fortunato il numero di Sanna (tacco sinistro e tacco destro) per liberare al tiro il compagno, con il bolide che trafigge Albertoni infilandosi sotto la traversa.

La Lucchese reagisce subito e per poco Fanucchi non pareggia, ma Ruzittu recupera posizione e pallone quasi sulla linea di porta.

Poco o niente fino al 34’ quando Cardore si procura un rigore nettissimo; il difensore di casa entra in modo ingenuo sul centrocampista rossonero, con l’arbitro a due metri. Batte Fanucchi che spiazza l’estremo di casa e riequilibra la gara.

Nei restanti minuti della prima frazione soltanto quattro cartellini gialli sventolati a Nuvoli, Magli, Baldanzeddu ed Espeche; l’ex rossonero meriterebbe il rosso (gomitata in faccia ad Arrigoni) e l’arbitro sembra estrarre il cartellino, ma nel parapiglia preferisce ammonire Espeche e lo stesso Baldanzeddu.

Nella ripresa la Lucchese cerca di contenere la supremazia territoriale dei padroni di casa e non rischia praticamente niente; ancora nervosismo in campo e tanti calci d’angolo per l’Arzachena (alla fine saranno nove, contro nessuno dei rossoneri). Lopez, con i pochi cambi a disposizione, si inventa Cecchini interno e Baroni esterno di centrocampo.

Nel momento di maggior sforzo dei sardi, nel tentativo di portare a casa l’intera posta, Fanucchi si infila su un passaggio “morto” di Baldanzeddu, punta i difensori, si allarga a lascia partire un tiro precisissimo che gonfia la rete nell’angolino, sotto la curva che ospita una cinquantina di stoici tifosi rossoneri. E’ il gol vittoria!

Un sei e mezzo come voto di squadra, con Fanucchi che merita otto; buone le prove della difesa in blocco, di Merlonghi e di Arrigoni.

Purtroppo Fanucchi è stato ammonito e verrà squalificato; il giocatore, oltre alle doti tecniche e fisiche, ha anche un grande temperamento e quando le partite si infiammano è uno dei pochi che si esalta. Qualche cartellino va messo in preventivo.

La vittoria porta i rossoneri solitari al quarto posto, ma con tutte le squadre che devono giocare domani e con molte squadre che hanno già riposato.

Menzione particolare ai ragazzi (e non) che si sono sobbarcati un viaggio lunghissimo e hanno tifato facendo giocare la Lucchese in casa.

E, per finire, un appello: conoscete qualcuno che possa clonare Fanucchi?

Giulio Castagnoli,www.forza.net

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi