Curva Ovest ancora una volta spettacolare.Vince la gente.

Curva Ovest ancora una volta spettacolare.Vince la gente.

 

Era la partita più attesa dell’anno, e ancora una volta la Curva Ovest, cuore del tifo rossonero, non ha deluso le aspettative. In oltre duemila si sono assiepati sui suoi gradini che ancora devono scontare una riduzione nella capienza per la mancanza dei tornelli, una capienza ridotta a cui non ha messo mano nemmeno la società, nonostante i proclami estivi, visto che per poter ospitare i 2100 tifosi di oggi è stata chiesta una deroga.

Sugli spalti, presenti oltre 1300 tifosi nerazzurri, è stato uno spettacolo con inevitabili sfottò e con i tifosi rossoneri che hanno sfoderato a più riprese l’arma dell’ironia, sbeffeggiando i pisani anche con striscioni che hanno preso di mira i tic di una tifoseria di indiscutibile livello ma che tende molto spesso a autocompiacersi: “Pisa non si spiega” e “Mitomani” gli striscioni mostrati ai tifosi al di là del Foro che hanno risposto con tamburi, fumogeni e cori.

A inizio partita la coreografia con un enorme bandierone con la Pantera e la scritta Curva Ovest che ha coperto la parte centrale del settore, circondato da bandiere bianche e rosse e con in basso uno striscione molto chiaro: “Chi osa vince”. Poi tanto ma tanto colore e tanto voce. Davvero uno spettacolo durato per tutta la gara, con l’augurio che chi era oggi sugli spalti non si ricordi della Lucchese una volta l’anno.


Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi