Vincenzo Bonvino il ricordo in DìTV89 e la lettera di Giacomo a nonno Vincenzo.

Vincenzo Bonvino il ricordo in DìTV89 e la lettera di Giacomo a nonno Vincenzo.

Lettera di Giacomo Bonvino a nonno Vincenzo.

“Ogni persona porta con sé il ricordo della prima volta in cui si è emozionato da bambino. Uno di quelli più indelebili è quello di un giorno di fine maggio del 1990. Mio nonno mi aveva portato allo stadio, sfruttando il suo tesserino da giornalista, una roba di un’epoca, di un mondo che non esiste più. Adesso solo a pensarci, tra biglietti nominali e tessera del tifoso, verrebbe da ridere (ahimè un po’ amaramente).. era ovviamente Lucchese-Casale, il giorno della promozione in serie B. Ricordo i colori. Ricordo il rosso e il nero, sventolare in ogni dove.

La gente in delirio. E in quel delirio c’è un’emozione enorme, indelebile, che ti rapisce, che ti conquista, che ti contagia. Mio nonno mi aveva contagiato. Il suo amore per la Lucchese era paragonabile solo a quello per mia nonna, e mia nonna, di domeniche a Viareggio al mare o in Garfagnana  in montagna con mio nonno, ne può raccontare pochine… Sul tavolo da pranzo di casa sua c’erano sempre un milione di ritagli di giornale, centinaia di foto, un paio di forbici e un tubetto rosso della più famosa delle colle stick.

Impaginava il suo giornale continuamente. Davanti ai suoi occhi una foto di Donatelli che corre, quasi imprendibile anche per Alcide, o uno stacco di testa vincente di D’Urso (avesse potuto, lo avrebbe voluto anche in nazionale). Del resto, Alè Lucca, non è stato di certo il figlio che ha amato di più, ma è stato senz’altro  quello a cui ha dedicato più tempo, più impegno, nel suo sviluppo, nella sua crescita, nella sua affermazione. E ne è stato orgoglioso, nella stessa misura in cui era solitamente orgoglioso di se stesso. Degli anni della malattia, preferisco non parlarne, anche se forse, sono quelli che lo hanno contraddistinto di più.

Nell’“opera magna”, quella del sito “lucchese amore rossonero”, c’è tutto mio nonno. Ricordi, classificazioni, immagini, emozioni; e c’è soprattutto l’ultimo sforzo di un uomo che vuole disperatamente lasciare la sua impronta in una città e in una squadra che lo ha considerato sempre, ma che gli ha riservato la riconoscenza che avrebbe meritato, soltanto a fasi alterne. Nonostante questo, lui non si è mai sentito “tradito”, anche quando noi, figli e nipoti,  amorevolmente lo punzecchiavamo a cena davanti a un piatto di lasagne. Diceva sempre che i tifosi della Lucchese non si sarebbero mai scordati del suo lavoro. Ecco, il vostro omaggio, quello di stasera, sicuramente gli avrà fatto alzare le sopracciglia e sussurrare fiero “ve l’avevo detto”… Grazie di cuore. Da tutta la famiglia Bonvino. Alè Lucca”.

Lo spezzone di trasmissione che Lucca United con lo staff di Riparliamone insieme ha voluto dedicare a Vincenzo Bonvino.

L’apprezzamento sentito di tutti i suoi familiari,sono per noi motivo di orgoglio.Con Lucca United..la storia torna,non si dimentica.

Vincenzo Bonvino il ricordo in DìTV89 e la lettera di Giacomo a nonno Vincenzo.

Parliamone Insieme – 20 Luglio 2017

As Lucchese Libertas Lucca Comune di Lucca Lega Pro FIGC Federazione Italiana Giuoco Calcio Tifolucchese.com Lucca Live Roberto Ambrogi Barsanti Simone Giuseppe BiniIn diretta da BiscuitGelateria RistoBar Lucca

Pubblicato da Ditv.it su Giovedì 20 luglio 2017

 

 

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi