Carta canta, Ma ora stop alle polemiche e tutti a Cesena.

Carta canta, Ma ora stop alle polemiche e tutti a Cesena.

Come annunciato, si è tenuta oggi la prevista conferenza stampa di Lucca United , in una strana scenografia intristita dalla grigia saracinesca chiusa oramai da troppo tempo e con il piazzale parzialmente ricoperto dalle foglie ,  come poi detto da Piero Pacini , non rispecchia il nostro stile teutonico e la nostra voglia di Bello. Ma le attrezzature per pulire sono segregate insieme ai cimeli di tutti i tifosi ed alla possibilità che ci si possa ritrovare per portare avanti il mantenimento della zona Ovest.

Matteo Petrini con estrema sintesi riassume la giornata per Lucca United

Conferenza stampa di Lucca United che, tramite il presidente Stefano Galligani, ha voluto precisare la situazione tra la cooperativa stessa, Lucchese ed il Comune. Al tavolo anche Luca Borghetti, “l’Avv de noialtri” Giacomo Chierici ed il vicepresidente Piero Pacini.

“Martedì sera – dice Galligani – ci siamo incontrati come direttivo di Lucca United ed abbiamo stilato un rapporto sul comportamento della società verso di noi in questi due anni. La conclusione è che…un rapporto non c’è mai stato  e sicuramente non per nostra volontà.                                                                                                   Due anni fa siamo partiti con l’illusione e la speranza che imprenditori-tifosi sposassero la nostra causa: in passato questo fu sbandierato dai soci e dallo stesso ex presidente Nicola Giannecchini , ma oggi siamo arrivati a questa situazione.  La società ci sta impedendo di proseguire la nostra normale attività e programmare i nostri futuri eventi. Voglio precisare alcune inesattezze ascoltate in questi giorni: è stato detto che Lucca United non ha mai mosso passi concreti per entrare in società, ma è l’attuale presidente ad averci chiuso le porte in faccia.     Già nel luglio 2012 abbiamo espresso alla vecchia dirigenza la nostra disponibilità anche economica ad entrare a far parte della compagine societaria. Di fronte a tutto questo, cosa ha fatto la società per Lucca United? Ci ha staccato la luce.

Poi un annuncio sulla futura linea da approvare come sempre, alla prossima assemblea dei soci e decisa nel CDA di martedì 7 gennaio; “Con oggi comunichiamo ufficialmente che il nostro direttivo ha deciso che Lucca United non è interessata in nessun modo a far parte di questa società, con la speranza che in un prossimo futuro possiamo confrontarci con altri interlocutori che vedano la passione dei tifosi come una risorsa e non un intralcio. Saremo sempre al fianco della Lucchese, tanto che , come “Gruppo Storico” per domenica abbiamo organizzato due pullman composti da nostri soci e amici.    Siamo creditori verso la Lucchese di 3.630 euro, derivanti dalla vendita di parte delle attrezzature acquistate insieme al marchio dal tribunale dopo il fallimento.  La fattura non è proforma come detto da Andrea Bacci, ma una regolare fattura di vendita concordata dalla Lucchese nel 2012″. ” Le fotocopie degli atti e della convenzione sono sul tavolo a disposizione degli organi di stampa”, carta canta insomma.

Dopo Galligani, ha preso la parola Piero Pacini affermando che in caso di promozione della squadra, il direttivo ha deciso di pagare a tutta la squadra il premio promozione“. L’assemblea deciderà poi la cifra, che sarà sicuramente importante. Questo per dare un incentivo in più alla squadra per uscire da questa categoria. Ha concluso Luca Borghetti, ricordando che il prossimo 18 Gennaio alle 20.30 presso il caffè San Colombano sarà recuperata la cena di solidarietà programmata inizialmente per l’ultimo dell’anno e poi rimandata per le note vicissittudini. Su questo importantissimo argomento torneremo nei prossimi giorni,esortando sin da ora a tenersi liberi per quella sera. Sarà una serata molto , molto importante per le cose che ci stanno a cuore.Gli amici le persone a noi care.

Per Lucca United: Matteo Petrini

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi