Il vice presidente di Lucca United è stato ospite di Dì Lucca

Il vice presidente di Lucca United è stato ospite di Dì Lucca

Prende il via , con questo pezzo la collaborazione di Matteo Petrini con Lucca United. Matteo che già scrive per altre testate,si è detto felice ed orgoglioso di poter dare una mano al progetto. Questa scelta,da parte di Lucca United va nella direzione della crescita e del rafforzamento di un settore,quello della comunicazione, importante e strategico. A Matteo un “in bocca al lupo” .

 

Pietro Pacini, vicepresidente di LUCCA UNITED, è intervenuto come ospite alla trasmissione “Il Rossonero” di DiLucca, sostenendo molte idee interessanti

REGOLA UNDER E CALCIO ITALIANO. Il primo argomento trattato riguarda la riforma dei campionati e la regola degli under, che in molti (giocatori e non) ritengono inutile e controproducente sia per le squadre partecipanti ai campionati che soprattutto per i ragazzi stessi, che si trovano catapultati in campo più per obblighi vari che per meriti personali e che, scaduti i tre anni e diventati fuoriquota, si trovano spesso fuori dal calcio che conta dovendo riprogrammare la loro vita da capo. Pacini a tal proposito ha affermato che questa regola porterà alla distruzione del sistema calcio italiano, soprattutto di quello giovanile. La controprova portata è quella dell’under 21: una volta (senza questa regola) forte in Europa, oggi a giocarsela con Cipro.

I settori giovanili devono essere unici, sostiene Pacini: un giovane non può andare a giocare in serie D a molti chilometri di distanza, dove il ragazzo incontra problemi di studio e abita lontano dalla sua famiglia. Prima bisogna formare l’uomo, poi l’atleta.

LUCCHESE. La Lucchese – continua il vicepresidente LUCCA UNITED – è una società con una tradizione che negli ultimi 15 anni, causa errori imperdonabili, è crollata. Io personalmente criticavo la gestione Maestrelli –Grassi i quali, in momenti di vacche grasse, vendevano fior di giocatori incassando miliardi senza però versare i ricavanti degli investimenti nelle infrastrutture. Sono passati anni e siamo sempre al punto di partenza.

La prima cosa da fare oggi sarebbe concentrarsi sulla prima squadra per conquistare il professionismo, se però Bacci dice che di vincere il campionato gli interessa relativamente e preferisce investire nel settore giovanile, allora dovrebbe partire e prendere istruttori competenti con un curriculum importante. Invece il nostro settore non ha niente più e niente meno dei settori delle società locali, senza nulla togliere a loro ed agli addetti attuali.

Prendendo per  esempio l’Athletic Bilbao, che ha solo giocatori baschi, Pacini sostiene: “Noi potremmo fare una squadra del territorio, perché abbiamo forti eccellenze. Luporini è sempre stato un grande osservatore (Gilardino, Inzaghi…): perché non si cerca di coinvolgerlo? Abbiamo istruttori di calcio validi che hanno calcato campi di serie A come Renato Roffi. Perché questi signori sono tutti lontani anni luce dal progetto Lucchese? Nella nostra provincia c’era Tosi, se si vuole risparmiare, perché prendere giocatori distanti che poi hanno bisogno di vitto e alloggio?

Parlando di LUCCA UNITED,” adesso andiamo a festeggiare i due anni di vita ed inaugureremo la sede. Aspettiamo solo che due appuntamenti vengano confermati: dovremmo  avere ospiti  Andrea Abodi (presidente lega serie B) che crede fortemente nell’Azionariato Popolare ed il presidente Ghirelli che ci riconsegnerà la Coppa Italia, mancante dal fallimento Valentini – Giuliani e alla quale i tifosi tengono molto.

La data dell’inaugurazione della sede e del relativo museo,sarà ufficializzata sabato 6 ottobre nel corso di una conferenza stampa. Al riguardo invitiamo tutti i tifosi a mettere a disposizione per il museo , ciò che ognuno ha a casa, per condividere insieme la nostra storia.

Inoltre, nei locali della sede di Lucca United sarà ospitata la trasmissione “Il Rossonero”, recuperando un salotto televisivo dove tutti avranno la possibilità di parlare ed esprimersi.

Stiamo anche realizzando una collaborazione con il Gazzettino Rossonero, altro punto fondamentale perché la testata storica con più di 90 anni sulle spalle,sta attraversando un momento non proprio felice della sua esistenza ,stiamo cercando di rimetterlo in careggiata. A partire da Gennaio abbiamo poi un altro obiettivo su cui stiamo lavorando che, se andrà in porto, presenteremo in una conferenza stampa successiva.

Queste sono le parole di Piero Pacini che, nell’arco di una trasmissione, è riuscito a sintetizzare le idee di tutti i soci di LUCCA UNITED, realtà che purtroppo, per demeriti altrui, non è ancora riuscita ad entrare in società come invece è già accaduto altrove (Arezzo, Taranto, Sambenedettese, Ancona). 

A voi l’invito ad aderire a LUCCA UNITED, per essere, insieme, più forti.

Matteo Petrini per Lucca United

Ecco qui il link per vedere l’intera puntata del “rossonero”

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi