Nel nome di Sara

Nel nome di Sara

Era il 21 luglio di 5 anni fa, quando, un giorno adibito a festa, si trasformò improvvisamente in una tragedia, che ancora oggi resta difficile da spiegare e soprattutto da accettare. Sara ci lasciò all’improvviso, gettando nel più profondo sconforto la famiglia e quanti conoscevano quel suo viso pulito e sorridente di una giovane ragazza aperta alla vita.

Ma Sara è stata più forte della malasorte. Il suo volto primeggia, gagliardo e solare, sul Porta Elisa e su tutti gli stadi che hanno imparato a conoscerla ed apprezzarla. Lei il miracolo continua a farlo in ogni dove, unendo la tifoseria rossonera con quelle a cui Sara, domenicalmente si reca a far visita.

Oggi ci si appresta a festeggiarla nel migliore dei modi, con un 5° Memorial che ha un sapore particolare. Non solo perché coincide con il giorno della sua infausta scomparsa, ma anche perché tiene a battesimo la fresca vittoria dei tifosi rossoneri, quale lei era, capaci di appropriarsi delle proprie maglie. Si, quella maglia rossonera che Sara indossava in ogni occasione e di cui andava fiera.

Ciao Sara. Noi non ti dimenticheremo mai, come non dimenticheremo chi, come te, oggi non ci allieta più della propria presenza fisica, ma resta indelebile nelle nostre menti. Da Picone, passando per Stefano e gli altri che purtroppo oggi non potranno partecipare alla tua festa, ma che siamo certi, da lassù, rideranno insieme a te, di noi, delle nostre gaffe e di qualche sbornia che qualcuno porterà a casa.

Ciao Sara, questa è la tua festa, nel tuo nome e in tuo onore.

Stefano Cordeschi

Commenti chiusi

Questo sito utilizza cookie tecnici ed analitycs. Potrebbero inoltre essere installati cookie di terze parti. Proseguendo la navigazione accetti la policy del sito. Per ulteriori informazioni clicca sul link predisposto.. Info | Chiudi